Diciottesima lettera aperta al sindaco di Milano

Così ho creato uno spazio dove pioveva nel catino e non sul letto
Io sto perdendo la speranza
E’ gente di zona
Siamo allo sbando
Dobbiamo essere come ‘na pigna
Pussi, Cartier
E verrai per forza fantastichetto

Leggi la lettera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *