Tredicesima lettera aperta al sindaco di Milano

ALER – perché dicono tutti: io non so niente
La competenza
Tutto c’è da dire qua
Per poter affrontare il mio sogno
Lavoravo solo e basta
Tutto quello che avevo fatto e progettato nella vita sta sparendo
Qualche parte deve essere sempre una possibilità
La vita che Dio mi ha dato, non è lui che mi sta chiamando, devo rimanere in vita, l’unica cosa che ho capito

Leggi la lettera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *